Adieu sogni di gloria

Pesante batosta del Governo che non raggiunge la maggioranza al Senato sulla risoluzione di politica estera a seguito della relazione di D’Alema.
I voti della maggioranza si fermano a quota 158, due in meno del necessario grazie all’astensione (che al Senato e’ considerata come voto contrario) di alcuni esponenti del Prc.
Ovviamente grandi festeggiamenti nei banchi dell’opposizione nonostante la spaccatura dovuta all’astensione (e non al voto contrario) dell’UDC.
E adesso che succede?
Ve lo anticipo io 🙂
Riunione della maggioranza seguita da incontro di Prodi con Napolitano che rinvia il Governo alle camere per verificare la maggioranza; in tutti e due i rami del parlamento il Governo otterr la fiducia e continuer la sua vita.
Ma, c’e’ sempre un ma, ormai il peccato originale stato commesso e la bocciatura di questo pomeriggio avr serie ripercussioni politiche e rende meno certa la durata naturale del governo.
In ultimo vorrei mettere in evidenza questa dichiarazione di Follini:
“E’ arrivato il momento di mettere in cantiere un altro centrosinistra. Quello che s’ visto all’opera fin qui non regge pi”.