Problema e soluzione

Non mi interessa fare della demagogia spicciola del tipo “tutto sbagliato, tutto da rifare” e di solito sono uno strenue difensore del nostro governo unionista, ma da qualche giorno ho un pensiero che non riesco a trasformare in parole.
Oggi leggendo il mio Google Reader ho trovato le parole, grazie a Luca Sofri:
“E se il medico si affanna a dire “no, scusate, ora ho capito, so come devo fare, stata solo una distrazione”, gli si mette una mano sulla spalla, lo si ringrazia per il lavoro fatto, gli si offre un cicchetto. E si cambia il medico. Vi abbiamo pure votati, ci abbiamo provato: ma siete un caso disperato.”
Siete il problema, non la soluzione

Mostra i commenti

Leggi la discussione

Una risposta a “Problema e soluzione”

  1. Degustibus dice:

    Il problema è che qui non ci sono cento medici fra cui scegliere, ne abbiamo due soli e l’altro il paziente lo ha già curato non amazzandolo per un soffio…

I commenti sono chiusi.