SuperAmanda non esiste?

Tempo fa L’Espresso e Repubblica pubblicarono articoli dedicati ad una struttura segreta di Telecom Italia, chiamata SuperAmanda, che aveva come scopo il controllo delle telefonate.

Da Punto Informatico:
“Ma altrettanto inquietante la notizia data dall’Espresso pochi mesi fa, secondo cui Telecom Italia avrebbe messo a punto un sistema di intercettazione telefonica ed elettronica estremamente efficace, ponendolo commercialmente a disposizione di tutte le Procure della Repubblica Italiana. Nome del progetto Super Amanda, luogo di residenza, Calabria, obiettivo: diventare l’unico centro di ascolto nazionale per tutte le indagini che richiedano l’intercettazione di telefonate da fisso, mobile, sms, e-mail, internet e fax.”
Potete leggerne anche su Trend Online e ancora su Punto Informatico.

Le smentite di Telecom Italia non si sono mai fatte attendere ed hanno sempre negato l’esistenza di una struttura del genere.

Oggi sul Corriere della Sera (online) e su Repubblica (online) si pu leggere della retata compiuta in tutta Italia per stroncare un giro di intercettazioni portato avanti da agenzie private in collaborazione con due finanzieri, un poliziotto e soprattutto “il capo della sicurezza di Telecom Italia, Giuliano Tavaroli, ex ufficiale dei carabinieri dell’Antiterrorismo poi passato alla Pirelli, sospettato di capeggiare una sorta di centrale clandestina di 007 privati in grado di violare perfino i segreti delle Procure.”

Come la mettiamo adesso?

Mostra i commenti

Leggi la discussione

Una risposta a “SuperAmanda non esiste?”

  1. Sandro dice:

    La mettiamo che l’abbiamo nel culo…te l’ho detto in chat e te lo ripeto

I commenti sono chiusi.