Buon anno

Oggi, con il primo giorno di lavoro, iniziato ufficialmente il nuovo anno.
Giornata tranquilla, ma confesso di essere un p shaken e non credo sia per mancanza di sonno.
Boh, davvero boh (o bho che dir si voglia).


Probabilmente tutta una combinazione di fattori, a cominciare dalle punture che cominciano a lasciare ricordi per passare al freddo della mattina oppure al viaggio di ritorno in treno che sembra lungo ed invece dura sempre 40 minuti.
Non lo so, davvero non lo so.
Comunque in questi momenti c’ sempre la possibilit di cercare il cielo per veder splendere una stella, aiuta molto.