Firme elettorali

Avrete letto di sicuro della querelle sulle presunte firme false raccolte da Alternativa Sociale (il partito di Alessandra Mussolini) e dalla conseguente esclusione dalle elezioni regionali nel Lazio.
L’indagine si allarga ad altre regioni e ad altre liste e se davvero analizzeranno i moduli uno per uno si accorgeranno di come praticamente tutti i movimenti/partiti piccoli abbiano un tot di firme non molto regolari.

Grazie ai miei anni di politica attiva a livello locale posso spiegare come avviene la raccolta delle firme.
L’autenticazione della firma pu essere effettuata o da un notaio, dal segretario comunale o da un consigliere corrispondente all’elezione per cui si vuole presentare la lista: consigliere comunale per quelle del comune, provinciale per la provincia e regionale per la regione.
I grandi partiti non hanno nessun problema a raccogliere le firme e di solito lo fanno in pochissimi giorni, ma i movimenti pi piccoli devono sudarsi ogni passante.
Questi movimenti per risparmiare sulla spesa del notaio chiedono a qualche consigliere (regionale in questa tornata elettorale) di presenziare ai loro banchetti per vidimare le firme e credo sia un dovere civico dare la disponibilit indipendentemente dal colore politico.
Inoltre posso aggiungere senza timore di smentita che prassi normale che un partito grosso presti firmatari ai partiti piu’ piccoli per permettergli di partecipare alle elezioni, che poi lo si faccia per un partito del proprio schieramento o per quello che permette di rubare consensi all’avversario solo una questione moralpolitica.

Secondo voi come farebbero a presentarsi molte liste di partiti di centro-sinistra senza l’aiuto dei Ds oggi e del Pci nei decenni passati?
Lo stesso discorso vale per l’opposto schieramento: senza aiuti come si sarebbe presentate tutte le liste civiche che appoggiano Storace?

Concludendo, se vogliamo fare una campagna moralizzatrice contro le firme false, allora si rimandino le regionali e si controllino tutte (e sottolineo tutte) le firme presentate da ogni lista, altrimenti non cediamo alla demagogia spicciola di pochi opinionisti che gridano alla verginit perduta su qualcosa che accompagna la storia repubblicana elezione, dopo elezione.

Mostra i commenti

Leggi la discussione

Una risposta a “Firme elettorali”

  1. clark kent dice:

    Leggi il mio post sulla questione.
    http://www.smclarkkent.blogspot.com

I commenti sono chiusi.