Il ritorno delle Hillary viventi

Non sono servite undici sconfitte consecutive nelle primarie ed un budget inferiore al concorrente per fermare Hillary Clinton nella rimonta nei confronti di Barack Obama.
Questa volta i sondaggi ci hanno azzeccato: agevole vittoria della Clinton in Ohio e di misura in Texas con Rhode Island e Vermont equalmente divisi.
Gli ultimi sette giorni della campagna elettorale di HRC sono stati perfetti e sono riusciti a spostare i voti necessari per ottenere il primo posto e quindi una buona dose di vento nelle vele.
Bicchiere mezzo pieno per Obama che difende la leadership nel numero di delegati e grazie al sistema di voto nel Texas (parte dei delegati sul voto finale e parte sul voto del singolo caucus) non soffre pi di tanto Hillary.
Ormai e’ sicuro al 100% che la nomination sar decisa dalla convention di Denver perche’ nessuno dei due pu arrivare ai 2025 delegati necessari con le primarie rimaste in calendario.

Delegati

Obama: 1477 (di cui 194 superdelegati)
Clinton: 1391 (di cui 238 superdelegati)

I risultati

Ohio
Clinton: 1,173,561 voti, pari al 55% e 71 delegati
Obama: 941,873 voti, pari al 44% e 57 delegati

Rhode Island
Clinton: 106,471 voti, pari al 58% e 13 delegati
Obama: 73,609 voti, pari al 40% e 8 delegati

Vermont
Obama: 82,498 voti, pari al 60% e 9 delegati
Clinton: 52,839 voti, pari al 38% e 6 delegati

Texas primarie
Clinton: 1,430,481 voti, pari al 51% e 25 delegati
Obama: 1,333,569 voti, pari al 47% e 14 delegati

Texas caucus (36% dei distretti) – delegati ancora da assegnare
Obama: 20,209 voti, pari al 52%
Clinton: 18,689 voti, pari al 48%

Sul fronte repubblicano John McCain ha raggiunto quota 1191 ed il candidato alla carica di Presidente per il Grand Old Party. Ieri ha vinto tutte e quattro le primarie e Huckabee ha gi garantito tutto il suo apporto e i suoi voti; la prossima mossa di McCain sar nominare il suo vice-presidente.
I Repubblicani tifavano per un pareggio democratico perche’ incamerano 5 mesi di vantaggio nella campagna elettorale e che saranno pesanti da rimontare per chiunque la spunter dall’altra parte.