Blue Storms 2016

Da quattro stagioni ho l’onore di essere l’head coach dei Blue Storms di Busto Arsizio.

Primo anno nel campionato di terza divisione con una stagione chiusa nei quarti di finale. Nel secondo anno la decisione di salire di categoria e passare da nove a undici giocatori pagando ogni possibile prezzo, chiudendo una stagione in maniera disastrosa (1-7), ma gettando i semi per il futuro.

Terzo anno con stagione regolare da sole due sconfitte, vittoria alla wild card e sconfitta nei quarti con la squadra che vincerà il torneo. Quarto anno appena concluso con la soddisfazione di una regular season immacolata (8-0), una bella vittoria nei quarti e una sconfitta che ancora brucia in semifinale.

Grazie al lavoro degli allenatori che non finirò mai di ringraziare, la squadra è cresciuta tantissimo ed il bello è che ci sono ancora tantissimi margini di miglioramento per il futuro.

Quello che potete vedere è il video che racconta la nostra stagione, con le azioni più belle in attacco e in difesa ed è il giusto tributo a tutti quelli che hanno reso la stagione 2016 dei Blue Storms qualcosa che rimarrà indelebile nell’album dei ricordi.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone

Joe Biden

Mancano ormai pochi mesi alla fine degli otto anni di Presidenza Obama, un sogno durante una incredibile campagna per le primarie ed elettorale di metà 2008 diventato realtà nelle elezioni di quel novembre.

Gli otto anni di Barack Obama sono stati i migliori dai primi quattro di Bill Clinton (1993-1997) soprattutto per quanto riguarda la politica interna.

In questi otto anni a fianco di Obama c’è stato Joe Biden, il Vice-Presidente che sembrava messo li per caso, come se dovesse compensare tutto quello che Barack non è, dal colore della pelle, alla provenienza geografica, alle idee politiche. Alla fine però Biden è riuscito a ritagliarsi uno spazio all’interno dell’Amministrazione, a volte in maniera fin troppo sopra le righe, ma senza mai separare quella linea rossa che divide la simpatia dalla farsa.

Quindi mi mancherà si Barack Obama (e Michelle), ma il mio cuore è tutto per Joe Biden.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone

Oh yeah
In France a skinny man
Died of a big disease with a little name
By chance his girlfriend came across a needle
And soon she did the same
At home there are seventeen-year-old boys
And their idea of fun
Is being in a gang called The Disciples
High on crack, totin’ a machine gun

Time, time

Hurricane Annie ripped the ceiling of a church
And killed everyone inside
U turn on the telly and every other story
Is tellin’ U somebody died
Sister killed her baby cuz she could afford 2 feed it
And we’re sending people 2 the moon
In September my cousin tried reefer 4 the very first time
Now he’s doing horse, it’s June

Times, times

It’s silly, no?
When a rocket ship explodes
And everybody still wants 2 fly
Some say a man ain’t happy
Unless a man truly dies
Oh why
Time, time

Baby make a speech, Star Wars fly
Neighbors just shine it on
But if a night falls and a bomb falls
Will anybody see the dawn
Time, times

It’s silly, no?
When a rocket blows
And everybody still wants 2 fly
Some say a man ain’t happy, truly
Until a man truly dies
Oh why, oh why, Sign O the Times

Time, time

Sign O the Times mess with your mind
Hurry before it’s 2 late
Let’s fall in love, get married, have a baby
We’ll call him Nate… if it’s a boy

prince

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone
the-league-tv-series-wallpaper-hd

Dopo sette stagioni ieri sera è andata in onda su FXX l’ultima puntata di The League, serie tv che racconta le vicissitudini fantafootballistiche di sei amici.

Ogni stagione inizia e finisce con la stagione NFL, anzi qualche settimana prima come fanno tutte le (migliori) leghe di fantasy football.

L’ultima stagione non è stata certo tra le migliori, ma Pete, Kevin, Ruxin, Andrè, Taco e Jenny mancheranno nei giovedì sera invernali.

A tutti gli iscritti ad una lega fantasy auguro di finire la stagione urlando Shivakamini Somakandarkram 🙂

Ps: no, non ho dimenticato il Cuñado 🙂

theleague1

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone
Il presidente Barack Obama durante l'elogio funebre per il senatore Clementa Pinckney.
(AP Photo/David Goldman)

Non ci sono Washington, Lincoln, Roosevelt, Kennedy o Clinton che tengano, Barack Obama è il miglior Presidente nella storia degli Stati Uniti d’America.

Da Il Post:

Alla fine del discorso, parlando della “grazia” citata più volte nei minuti precedenti, Obama ha anche intonato il famoso canto cristiano “Amazing Grace”, da decenni una specie di inno per i credenti afroamericani. Le persone presenti hanno reagito con sorpresa e poi si sono unite al canto di Obama.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone
avengers

E’ scomparso oggi Patrick Macnee, quelli con qualche anno in più lo ricorderanno come John Steed che insieme alla bellissima Diana Rigg (Emma Peel nel telefilm) era protagonista di Agente Speciale (The Avengers) telefilm trasmesso negli anni ’70 in Italia.

John Steed è un agente speciale e insieme a Emma Peel deve risolvere complicati casi sempre con un sottofondo di humor britannico e gli immancabili ombrello e bombetta.

 

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone

Questo sito utilizza i seguenti servizi che potrebbero raccogliere dati personali in maniera automatica:

– Statistica (Plugin WP-Slimstat): dati di accesso alle pagine, di provenienza dei visitatori e loro percorso interno al sito con dati gestiti in modalità “self hosted”
Inoltre esistono servizi attivabili solo in maniera volontaria e dietro consenso che raccolgono i seguenti dati personali:
– Commento dei contenuti (sistema interno WordPress): nome o pseudonimo e email

La gestione di questi dati è effettuata in due modi:
– mediante cookie registrati lato client per i servizi di statistica
– mediante cookie registrato lato client + tabella dedicata nel sistema informatico del blog per il commento ai contenuti.

Non sono presenti sul sito servizi che abilitano l’invio di cookie da parte di terze parti.
Possono invece essere presenti link o embed che, qualora cliccati, portano su siti che hanno policy differenti.
Nessuno dei servizi sopra riportati è richiesto per accedere al sito o usufruire dei suoi contenuti.
Il sito rispetta inoltre tutte le richieste di “Do not track” eventualmente effettuate dal browser.

I dati sono di accesso esclusivo per il titolare del blog (fatte salve le eventuali necessità tecniche del fornitore di hosting) e sono archiviati sui server del blog e nelle altre strutture informatiche ad esso collegate, per il solo tempo necessario a svolgere il servizio.
I dati non sono stati e non verranno mai ceduti a terzi per nessun fine.

Per ogni necessità o chiarimento, il titolare del trattamento è il proprietario del blog e del dominio, come risulta dal WHOIS

Questa informativa è redatta in adempimento alle norme europee (cd. “Cookie Law”) Dir. 95/46/CE, Dir. 2002/58/CE e successivi aggiornamenti.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone
Late_Show_with_David_Letterman_Opening_Sequence_Title_Card_April_2013

Questa notte è stata trasmessa l’ultima puntata del Late Show with David Letterman in onda ininterrottamente dal 1993. Lo spettacolo che molti hanno cercato di imitare (in Italia ricordiamo un tentativo di Luttazzi miseramente fallito) non si è interrotto neanche quando Letterman ha dovuto subire un intervento al cuore cambiando presentatori puntata dopo puntata.

Per capire l’importanza di tutto ciò basta vedere gli ospiti che sono andati a rendere omaggio a Letterman nelle ultime settimane e i commossi saluti da parte di colleghi in onda su altri canali, a volte in piena concorrenza d’orario (Jimmy Fallon, Jimmy Kimmel).

L’ultima Top Ten è dedicata proprio a David ed è recitata da 10 star tra quelle che più sono state ospiti del programma.

https://www.youtube.com/watch?v=BBf8MyGaEk4

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone